Deadmau5 - AW LAB

AW LAB is the Italian reference retailer for sport-style. AW LAB offers an extended collection of sneakers of the most famous international sports brands and an assortment of exclusive editions made in collaboration with them. The proposal is completed by a collection of clothing and accessories of the leading sportswear brands.
Shop Online

Sembra non possa esserci pace tra le star del genere, che ogni giorno si sparano frecciatine e provocazioni per mezzo dei loro siti, blog o twitter. Ad aprire le ostilità è stato  Deadmau5 alcuni mesi fa, presentandosi allʼedizione 2012 degli Emmy col numero di telefono di Skrillex stampato sulla maglietta. Mossa provocatoria o scherzetto innocente, non si è ben capito. Fatto sta che il diretto interessato sembra non essersela presa troppo. Ha cambiato numero e via. La nostra pantegana preferita ha deciso allora di riprovarci, accusando sul suo blog la maggioranza degli artisti dance di successo di “fingere” i loro live. Tra i bersagliati cʼerano, appunto, Skrillex e  David Guetta. A sorpresa, però, la risposta più sinceramente arrabbiata e piena di insulti è arrivata da A Guy Called Gerald, vecchia ciabatta della techno emersa dal nulla solo per dare dellʼinfame a Deadmau5. Facciamo fast forward di qualche settimana: a sorpresa  Scuba salta sul carro degli insultatori iniziando una sorta di rubrica twitter in cui parlar male dei colleghi. Primi bersagli: Calvin Harris e, di nuovo, David Guetta (poveraccio, ce lʼhanno tutti con lui). Ultimo in ordine di tempo: un paio di giorni fa Trent Reznor ha scritto su Twitter che Skrillex dovrebbe pagargli i diritti su il taglio di capelli. Trent non è nuovo a polemiche con altri musicisti, ma forse, una volta tanto, stava scherzando. Perché tanto odio? Non si sa, specie dal momento che ci stanno più o meno facendo tutti la figura degli idioti. Rilassatevi ragazzi, pensate a produrre musica da far ballare al vostro pubblico, che in una guerra del genere non esistono vincitori.

Deadmau5

kung-fu.jpg
remi-gaillard1.jpg